Lo squalo della Groenlandia

Lo squalo della Groenlandia

Il vertebrato più vecchio del pianeta è lo squalo della Groenlandia. Ricercatori e scienziati, sembra che abbiano scovato un grosso esemplare di Squalo della Groenlandia, un animale che si stima abbia ben 510 anni. 

Lo squalo della Groenlandia (l'Eqalussuaq, come lo chiamano gli Inuit) è un grosso squalo originario delle acque delle coste della Groenlandia e dell'Islanda, nel Nordatlantico. Sembra che si spinga più a nord di qualsiasi altra specie di squalo e vive anche molto più a lungo di altri squali.
l'Eqalussuaq è una delle più grandi specie di squalo e si stima che alcuni esemplari adulti possano superare i 7 metri di lunghezza arrivare a superare la tonnellata di peso!

L'esemplare in questione, uno dei 28 squali sotto osservazione, misurava 5 metri e mezzo per una tonnellata ed oltre, di peso.
Già da diversi mesi infatti, era stato appurato che questa particolare specie di squalo fosse così longeva da poter raggiungere una vita media di tre, quattro secoli. 
Si è stimato che un esemplare del genere possa aver raggiunto la maturità sessuale a circa 150 anni di età.
Poi, la novità che, stando a quanto comunicato, conferma ed anzi, supera di gran lunga, le conoscenze finora assodate su questo incredibile e poco conosciuto animale.

Lo squalo nella cultura in Groenlandia

Lo squalo della Groenlandia è tutt'altro che sconosciuto. A lungo tempo, con le sue carni, ha fornito un nutrimento per le popolazioni locali.
Ma non tutti sanno che la carne fresca dello squalo è velenosa, a causa dell’ alto contenuto di acido urico in essa contenuto. Questo perchè lo squalo non ha reni ed espelle le urine direttamente dal corpo.
Le carni possono essere però degustate e consumate dopo un lungo e peculiare processo di fermentazione, questa polimerizzazione elimina l’ acido dalla carne e la rende più facile da digerire, in seguito e’ appesa a seccare per circa cinque mesi.

HAKARL: LO SQUALO PUTREFATTO

squalo Groenlandia

La preparazione di questo inusuale piatto (e guardate che è veramente orribile) ha una procedura piuttosto lunga: la carne di Eqalussuaq viene sotterrata, da tre a sei mesi, fino a quando non è putrefatta al punto giusto, ossia quando raggiunge una consistenza gommosa e completamente marcia ed olezza di ammoniaca.
Ovviamente questo piatto è accompagnato da parecchi bicchierini di potentissima acquavite islandese ( brennivín ), senza i quali sarebbe impossibile superare la vista e soprattutto l’ odore nauseabondo di ammoniaca.

 

per approfondimenti

 

 

Share it